Cronaca

Durante la sagra del carciofo colpì alla testa con una chiave inglese il Sindaco di Niscemi. Arrestato dalla polizia

Niscemi, condannato a dieci mesi di reclusione per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. Arrestato dalla polizia.
Autore di un’aggressione nei confronti del sindaco di Niscemi, al quale provocò lesioni guaribili in dieci giorni, dopo averlo colpito alla testa con una chiave inglese.

Ieri i poliziotti del commissariato di Niscemi hanno arrestato Sanzone Giuseppe, niscemese di 54 anni, in osservanza all’ordine di esecuzione, emesso dalla Procura della Repubblica di Gela, e all’ordinanza di applicazione della misura alternativa della detenzione domiciliare, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Caltanissetta, perché condannato alla pena di dieci mesi di reclusione con sentenza del Tribunale di Gela del 26 settembre u.s. Lesioni personali, aggravate e resistenza a pubblico ufficiale i reati contestati al Sanzone nell’aprile del 2018 dagli agenti della Polizia di Stato intervenuti. Nell’occorso il Sanzone, durante la sagra del carciofo di Niscemi, per futili motivi, si rese autore di un’aggressione nei confronti del sindaco di quel centro, Avv. Massimiliano Valerio Conti, al quale provocò lesioni guaribili in dieci giorni, dopo averlo colpito alla testa con una chiave inglese. Poi oppose resistenza ai poliziotti del commissariato intervenuti di seguito all’aggressione. L’arrestato, al quale sono state imposte prescrizioni da parte dell’A.G., dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione dove dovrà scontare la pena.

In alto