Cronaca

Gela. ​Detenevano illegalmente una pistola. Tre pastori arrestati dai Carabinieri

I Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela, nei giorni scorsi, hanno arrestato in flagranza di reato tre persone che detenevano illegalmente una pistola completa di munizionamento. Si tratta di T.V. 45enne, T.G. 23enne e T.R. 21enne, rispettivamente padre e figli, tutti di professione pastori.
I militari dell’Arma, supportati dai colleghi della Compagnia di Intervento Operativo di Palermo, hanno perquisito un ovile di contrada Fiaccavento, scoprendo che i tre avevano nascosto una micidiale pistola semiautomatica cal. 45 perfettamente funzionante, completa di caricatore e proiettili, nei pressi di un container utilizzato come deposito per gli attrezzi agricoli.
Nel corso dell’operazione i militari dell’Arma hanno notato che T. V. zoppicava vistosamente e che la sua scarpa sinistra era sporca di sangue. Alle domande dei Carabinieri, l’uomo ha risposto ammettendo di essere stato ferito da un colpo di arma da fuoco e di non essere ricorso alle cure mediche, senza però voler aggiungere altro. Visitato dal personale sanitario del 118 fatto intervenire sul posto della perquisizione, è stato opportunamente visitato e medicato.
La Procura della Repubblica di Gela, che sta dirigendo le indagini svolte dai Carabinieri, ha disposto la traduzione degli arrestati presso la locale Casa Circondariale ed ha chiesto la convalida degli arresti al G.I.P. del Tribunale di Gela che, dopo il loro interrogatorio, ha confermato il carcere per tutti i tre.

In alto