Cronaca

Gela. Grazie ad una segnalazione sulla app “You Pol ” Polizia avvia indagine e arresta tre spacciatori


La Procura della Repubblica di Gela ha richiesto ed ottenuto una ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Gela nei confronti di tre soggetti, uno in custodia cautelare in carcere e due agli arresti domiciliari, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti continuato in concorso.
Nelle prime ore della mattinata odierna, la suddetta ordinanza custodiale è stata eseguita da personale del Commissariato P.S. di Gela che si è avvalso del supporto delle unità cinofili del Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Catania.
L’attività di indagine scaturisce da una incisiva, tempestiva e specifica azione di coordinamento svolta dalla Procura di Gela, nell’azione di contrasto all’attività di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, indagine avviata a seguito di una segnalazione, giunta nel mese di maggio 2018, presso la Sala Operativa della Questura di Caltanissetta sull’App “YOU POL”, in merito ad una fiorente attività di spaccio di stupefacenti in questa via Abela.
L’App “You Pol” è una applicazione gratuita gestita dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza e messa a disposizione dei cittadini che permette di inviare immagini, video, segnalazioni scritte, link, siti web in tempo reale alle sale operative della Polizia di Stato per denunciare episodi di bullismo e di spaccio.
L’esito complessivo delle indagini, protrattesi fino al mese di novembre 2018, ha consentito di accertare la commissione della violazione degli artt. 81 e 110 c.p. e 73 D.P.R. 309/90, in quanto gli indagati, con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, agendo in concorso tra loro, dopo essersi approvvigionati di sostanza stupefacente, in più circostanze distinte, detenevano sostanza stupefacente del tipo hashish e marijuana al fine di cederle in dosi a diversi assuntori.
Gli odierni arrestati si rifornivano delle sostanze stupefacenti principalmente presso le piazze di Vittoria, Palermo e Catania.
Nel corso dell’indagine sono stati eseguiti arresti e sequestri di stupefacenti operati a riscontro dell’attività svolta; in particolare, in data 9.10.2018, venivano tratti in arresto PERITORE Benito e un complice e venivano sequestrati circa 950 gr. di hashish ed un bilancino di precisione.

Nella stessa giornata veniva tratto in arresto anche DROGO Alberto, soggetto con precedenti specifici, trovato in possesso di circa 130 gr. di marijuana ed un bilancino di precisione.
All’esito delle indagini sono stati deferiti 11 soggetti, a vario titolo coinvolti nell’attività di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, per tre dei quali sono state ravvisate le esigenze cautelari, per le quali venivano applicati i seguenti provvedimenti:
sottoposti alla misura cautelare della custodia cautelare in carcere
PERITORE Benito, nato a Gela il 10.12.1975, ivi residente, pluripregiudicato con precedenti in materia di sostanze stupefacenti ed armi;
sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari:
DROGO Alberto, nato a Vittoria il 17.01.1985, residente a Gela, con precedenti in materia di sostanze stupefacenti, ricettazione, riciclaggio, attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G.;
CACI Michael, nato a Gela il 07.12.1999, ivi residente, con precedenti in materia di sostanze stupefacenti.
Durante l’esecuzione dei provvedimenti restrittivi, sono state eseguite perquisizioni nel corso delle quali venivano rinvenuti e sequestrati, g. 4.4 di marijuana nella disponibilità di DROGO Alberto e g. 2.96 di hashish detenuti da CACI Michael.

In alto