Archivio

Il Sindaco di Niscemi continua il digiuno in ospedale ad oltranza

La-Rosa-sindaco-Niscemi“Nonostante l’Asp 2 di Caltanissetta abbia inviato al presidio ospedaliero della città alcuni medici ed infermieri” afferma il sindaco Francesco La Rosa,”continua come sempre a  registrarsi nelle Unità operative di radiologia, anestesia ed al pronto soccorso, una carenza di personale medico, infermieristico ed ausiliario.

Inoltre risultano fortemente sottodimensionate le ore settimanali di specialistica poliambulatoriali”.

A dichiararlo è il sindaco Francesco La Rosa che da otto giorni continua il digiuno ingerendo integratori, minerali e sottoponendosi alle flebo, ad attuare il presidio ad oltranza dell’ospedale “Suor Cecilia Basarocco” di Niscemi, per l’organico medico, infermieristico, ausiliario e del personale autista d’ambulanza fortemente sottodimensionato rispetto a quello previsto nella pianta organica.

A fianco del primo cittadino, a cui è pervenuta la solidarietà del sindaco di Caltagirone Nicola Bonanno, del sindaco di Vittoria Pippo Nicosia e del sindaco Enzo Sindoni di Capo D’Orlando, continuano ad esserci gli assessori, il presidente del Consiglio Luigi Licata, i consiglieri comunali, la Cgil e la Cisl del comparto sanità, il Nursind (sindacato delle professioni infermieristiche), le associazioni di volontariato e tanti liberi cittadini.

Il primo cittadino di Niscemi inoltre, ha invitato in città per domani sera alle 19 in un incontro che si terrà presso l’ospedale di Niscemi dove ha trasferito l’ufficio di gabinetto, i sindaci dei Comuni inseriti nella “black list” in cui gli ospedali devono essere chiusi, ovvero dei Comuni di Noto, Barcellona Pozzo di Gotto, Mazzarino, Leonforte, Giarre, Ribera e Scicli, al fine di stabilire azioni unitarie da intraprendere ed adottare a difesa dei rispettivi ospedali di città ed avere più forza nell’azione istituzionale a difesa della sanità ospedaliera.

In alto