Archivio

La Nissa Rugby riprende l’attività dopo la pausa natalizia

calendario

Quasi conclusa la sosta natalizia che ha portato nel team Nissa Rugby un po’ di serenità e soprattutto ha permesso di riprendere fiato dopo gli incontri con il Cus Catania e I Briganti, incontri in cui la squadra, sebbene vincente, non ha espresso il miglior gioco di cui è capace.

Nonostante il periodo che prevede il rigido rispetto di tradizioni locali e nazionali (grandi abbuffate di scacciate, panettoni e quant’altro in clima strettamente familiare), la squadra si è allenata con continuità, anche in  condizioni meteo avverse, per prepararsi, non solo per l’ultimo incontro di campionato che la vedrà opposta con le Aquile del Tirreno a Milazzo il prossimo 11 di gennaio, ma soprattutto per cominciare la nuova avventura del girone Nazionale che assegnerà il sospirato pass per la serie superiore.

Qualche giocatore, come sempre succede trattandosi di “aspiranti dilettanti” puri, è mancato non solo agli appuntamenti ma, soprattutto, nella determinazione di voler raggiungere un significativo risultato sportivo di importante livello, qualcun altro mancherà a qualche incontro per non aver saputo tenere sotto controllo la propria ira, nella funzione di allenatore, verso discutibili decisioni arbitrali, ma, come sappiamo, nel Rugby non è concesso, all’insegna di un inattaccabile “self-control” tipico della più pura tradizione anglosassone.

Recuperati gli ultimi infortunati e, sempre  in attesa del rientro del suo “capitano storico” Carbone, senza per questo nulla togliere al ritrovato capitan Strazzeri, ottimo esempio di atleta e realizzatore di prim’ordine, il gruppo, alla ricerca di una continuità di prestazione, si è allenato anche sotto il profilo della preparazione fisica, ben curata dal responsabile Spartà, non solo per rimediare a qualche eccesso alimentare natalizio, ma soprattutto per sostenere i ritmi di una preparazione tecnico-tattica sempre più incalzante in vista dei prossimi impegni sportivi, sicuramente di più alto livello.

Quasi completamente delineate le squadre che comporranno il girone H nazionale, che designerà la squadra vincente promossa direttamente in serie B, che sono Salento XV e Tigri Bari le due pugliesi, Amatori Napoli e IV Circolo Benevento, anche se in attesa dell’ultimo incontro, potrebbe ancora essere scalzata da Amatori Rugby Torre del Greco le due campane, Cus Catania e Nissa Rugby le due siciliane che, a partire dal 25 gennaio e con qualche sosta in occasione degli impegni della Nazionale Italiana per il Torneo del SIX NATIONS, si contenderanno la promozione fino all’ultimo incontro.

In questa seconda fase conterà anche una buona organizzazione delle impegnative trasferte a Napoli, Benevento o Torre del Greco (NA), Bari e Lecce, per permettere alla squadra nissena di esprimersi al meglio, ma sicuri che lo staff dirigenziale, ottimamente condotto dal presidente Peppe Lo Celso, saprà affrontare “al top” tutti gli impegni.

Secondo noi la differenza si farà proprio negli incontri “in trasferta”, dove solo il miglior risultato utile aprirà le porte verso quell’aspirazione, largamente condivisa dall’intero Team e ampiamente sostenuta e attesa da tutto l’ambiente sportivo nisseno, affamato, come non mai, di successi che contano.

Appuntamento, quindi, a domenica prossima per la ripresa del campionato, ma soprattutto per convalidare tutte le aspirazioni di competizioni sportive a livello nazionale che la squadra nissena ha acceso nel cuore dei suoi numerosi sostenitori.

Anche dal punto di vista sociale la società, come ormai consuetudine, presenterà a breve il suo calendario, realizzato in collaborazione  con all’Associazione Italiana Persone Down ONLUS di Caltanissetta, alla quale andrà devoluto l’intero incasso. La Nissa Rugby asd, ha che ha realizzato con piacere il calendario 2015, nato dall’incontro di due mondi, quello della diversabilità e dello sport, per dimostrare che anche nella vita delle persone diversamente abili c’è spazio per lo sport in allegria. I giocatori, i dirigenti della Nissa Rugby e le persone con sindrome di Down hanno trascorso delle giornate all’insegna del divertimento e gli scatti lo mostrano a pieno. Il calendario si propone non solo con lo scopo di promuovere la cultura dell’integrazione sociale delle persone con la sindrome di Down, ma anche per finanziare i progetti dell’Associazione, che si auto finanzia dal 2011. L’idea del calendario nasce dallo staff dell’Associazione composto dal presidente Daniele D’aquila, dalla coordinatrice psicologa Ilenia Di Mauro e dall’operatore Dario Miraglia, che si è occupato delle foto e della grafica ed è stata sostenuta e supportata con grande determinazione dal giocatore e vicepresidente della Nissa Rugby asd Andrea Lo Celso, dal suo presidente Giuseppe Lo Celso e da tutto lo staff tecnico e dalla squadra. Presto tutte le info su dove poterlo  acquistare.

 

In alto