Cultura

L’artista Filippo Chiappara al Contest dei Pentastrattisti Italiani dal 16 Settembre a Garda

Continuano i successi per l’artista Filippo Chiappara, ancora una volta selezionato con tre sue opere, insieme ad altri artisti, per partecipare al V Urban Contest del Pentastrattismo italiano: un evento di portata internazionale che richiamerà numerosi esperti ed appassionati del settore.

Dopo aver toccato le città di Roma, Napoli e Reggio Calabria, il Movimento ed i suoi artisti saranno ospitati questo nel Comune di Garda, che ha concesso al gruppo l’elegante location di Palazzo Pincini/Carlotti; la mostra pentastrattista inizierà il 16 Settembre e terminerà il prossimo 26 Settembre; l’ingresso sarà libero e la mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 17:00 alle ora 22:00.

L’evento è curato ed organizzato dall’Associazione umbra Eureka Eventi d’Arte di Massimo Picchiami, il quale – per l’occasione – ha selezionato personalmente i partecipanti di questo nuovo evento. Oltre ai tre Soci fondatori, esporranno alcuni bravi artisti italiani che presenteranno alcune delle loro opere realizzate in questi ultimi anni. Uno di questi è proprio l’artista Filippo Chiappara, che vive ed opera a San Cataldo (in Sicilia, provincia di Caltanissetta) e che negli ultimi anni sta riscuotendo molti consensi dalla critica contemporanea: la partecipazione a Garda è solo l’ultimo dei tanti importanti traguardi nell’ultimo periodo della sua carriera artistica.

L’artista, infatti, ha aderito a numerose collettive nazionali ed internazionali, conseguendo prestigiosi riconoscimenti come la Segnalazione di Merito nella Sezione Pittura Astratta assegnata dalla Giuria della Sezione Pittura alla XXI Edizione del Premio Internazionale Arte e Cultura Cava de’ Tirreni – Salerno.

Nell’anno 2015, Filippo Chiappara ha aderito al Pentastrattismo, un Movimento d’arte nato nel mese di Febbraio dello stesso anno ad opera di cinque artisti fondatori; oggi, il Movimento vanta oltre trenta iscritti con artisti in Spagna, Senegal, Brasile e Argentina.

Il Movimento prende spunto dalla parola greca Penta (cinque) perché cinque sono considerate le sottofamiglie dell’arte astratta in generale: l’arte informale, la materica, la pittura segnica, quella analitica e quella concettuale; lo scopo degli artisti fondatori è quello di fare conoscere al grande pubblico la loro arte, la loro tecnica e la loro creatività.

Si tratta di artisti «emergenti» tutti quotati in importanti case d’asta del nostro territorio; prossimamente, il Movimento (pentastrattismo.jimdo.comwww.eurekaeventiarte.net) verrà presentato in televisione attraverso i canali tematici di Sky Arte; quest’altro importante successo per gli artisti aderenti al Movimento rappresenta il frutto di un risultato di anni di duro lavoro, sacrificio e impegno.

In alto