Sport

Nissa Rugby, piano strategico triennale. Il D.T. Fabrizio Blandi: “Un’idea alternativa di sport”

Prosegue senza sosta e con crescente entusiasmo il piano di consolidamento della Nissa Rugby e l’attività di promozione e didattica della società presieduta da Giuseppe Lo Celso.
In questa stagione si è lanciato un progetto triennale che rappresenta la “summa” dell’esperienza maturata e degli obiettivi che si pone il sodalizio che quest’anno festeggia il decimo anno. Il piano strategico triennale 2018-2021 che ha preso il via in questa stagione si propone di valorizzare il passato, analizzare il presente e costruire il futuro. Un’attenta analisi delle “coordinate” che determinano l’azione della Nissa Rugby, ha poi consentito di identificare gli obiettivi strategici da portare a termine nel triennio.
Un lavoro capillare dello staff della società, guidato dal direttore tecnico Fabrizio Blandi che ha poi redatto il piano. Blandi delinea e “spiega” come leggere questo corposo impegno: “Abbiamo iniziato un percorso di programmazione profonda rispetto alle nostre necessità ed i nostri obiettivi. Siamo partiti da un’analisi il più possibile accurata della nostra situazione – che continuerà durante tutto il triennio ed oltre – per proporre alla cittadinanza, alle famiglie ed ai nostri tesserati un’idea alternativa dello sport, inteso come strumento educativo e formativo, un’agenzia riconoscibile e riconosciuta di sviluppo a 360° a supporto del territorio, anche oltre lo sport ed il rugby. Vogliamo proporci come modello credibile, come bandiera della città ed in questo processo saranno parte integrante i nostri “compagni di viaggio”, tutti quei partner che vorranno condividere la nostra visione e dare un contributo alla crescita del nostro territorio.”
“La pubblicazione del nostro piano strategico non sarà l’unica azione nella divulgazione del nostro programma. Ad essa via via si affiancheranno altre attività, come il nostro partnership plan, previste dal piano di azione triennale che abbiamo condiviso con lo staff, il vero cuore pulsante della nostra strategia. Il nostro impegno andrà oltre il campo, con iniziative come #adottiamoiltomaselli e con le partnership con scuole ed università, rimanendo attenti alle esigenze sociali della città, con dei progetti dedicati alle classi più svantaggiate.”

In alto