Archivio

Omicidio Loris: la madre Veronica Panarello condannata a 30 anni di carcere

Le lacrime di Veronica Panarello accompagnano la lettura della sentenza del Gup del Tribunale di Ragusa, Andrea Reale, che l’ha condannata a trent’anni per l’omicidio del figlio Loris. Tutt’attorno silenzio e un’atmosfera sospesa, spezzata dall’immagine addolorata di papà Davide Stival. La donna è poi uscita dall’aula visibilmente scossa accompagnata dal suo legale e dagli agenti di polizia penitenziaria. «Veronica Panarello ha pianto e continua a piangere – dice l’avvocato Francesco Villardita – non accetta questa sentenza perché non si ritiene colpevole. Non la può accettare perché continua a dirsi innocente». «Le sentenze non si commentano, né si criticano – aggiunge Villardita – Se non si accettano si appellano. E siccome questa non la condividiamo, perché Veronica Panarello continua a proclamarsi innocente, l’appelleremo appena usciranno le motivazioni».

In alto