Salute & Benessere

Parte a Caltanissetta il primo corso di Mindfulness presso lo studio Pilates di Ilaria Buono

Parte a Caltanissetta il primo corso di mindfulness: cosa possiamo fare per stare meglio con noi stessi e con gli altri?
Il corso mindfulness approda per la prima volta a Caltanissetta, inizierà a gennaio presso lo studio Pilates di Ilaria Buono e sarà organizzato in 8 incontri di un’ora ciascuno. Il corso in oggetto avrà come focus centrale l’attenzione consapevole di sé, il centro di tutto. Ilaria Buono, istruttrice di Pilates e insegnante certificata mindfulness, sottolinea: “Il corso mindfulness che ho in mente e che ho messo in piedi coadiuvata dal mio staff, non sarà una tecnica di rilassamento: per quanto si parli di meditazione, l’obiettivo della mindfulness non è il rilassamento. Ricercare a tutti i costi la sensazione di rilassamento, finisce col creare l’effetto contrario.
Non è assenza di pensieri, nè una via di fuga: i principi di accettazione, pazienza e quello del saper lasciare andare e tutti i pilastri tipici della mindfulness, rischiano di essere travisati e possono far vedere la mindfulness come la “panacea”, come la “soluzione a tutti mali del mondo”, come quella modalità che permette di farci svuotare letteralmente la mente dai pensieri.
Tuttavia, è stato provato scientificamente che la mindfulness va ad agire sul miglioramento di stati depressivi, dandoti la giusta energia e il giusto benessere psicofisico, benessere che oggi manca moltissimo nella nostra società. Non si va certo a sostituire alla psicoterapia né alla medicina nei casi di depressione o ansia maggiore ma è un valido aiuto e un grande supporto in casi del genere.”
La “filosofia” mindfulness nasce in Oriente dai monaci tibetani ma è stata colta e protocollata, in percorsi ben definiti, da Kabat Zin, un biologo che si era stancato di stare nel suo laboratorio e che ha cominciato ad incuriosirsi degli effetti positivi di questa pratica. Il primo protocollo mindfulness nasce per la riduzione dello stress. Da quel momento in poi sono nati diversi protocolli, dedicati non solo allo stress ma anche ad altre aree e ad altre problematiche, ad esempio quella alimentare (mindful eating).
L’istruttrice aggiunge e sottolinea: “Il corso non si baserà su principi religiosi, infatti invito tutti a partecipare: il corso si
baserà sulla pratica della consapevolezza, che è ben altra cosa. La mindfulness rappresenta uno strumento potente,
scientificamente riconosciuto, applicato anche in ambito clinico, che può essere integrato nella pratica lavorativa o
nella vita quotidiana, in maniera semplice e immediata. Ci tengo a ribadire che non ha nulla a che vedere con lo yoga o il buddismo, sono credente e la mia fede è cattolica. Sarà un momento in cui staccheremo tutti la spina e impareremo a concentrarci e meditare; affronteremo con più serenità la vita di tutti i giorni e avremo più consapevolezza di noi stessi. Nel mio progetto, questo corso di mindfulness si inserisce perfettamente nel collaudato contesto del mio studio: il pilates, infatti, si incontra perfettamente con questa tecnica perchè anch’esso si basa su principi molto simili seppur, per certi versi, di diversa applicazione.”
Noi, nella maggior parte della nostra quotidianità, siamo poco mindfulness, cioè tendiamo ad essere guidati più dal “pilota automatico”. Per pilota automatico si fa riferimento a tutti quegli schemi abituali e automatizzati che utilizziamo per fronteggiare la realtà. Attraverso questi schemi siamo più portati a reagire alle situazioni, invece di scegliere, in maniera consapevole, il modo in cui comportarci e vivere la realtà. Questo, ad esempio, sarà uno dei fil rouge del corso: imparare, attraverso tecniche certificate e comprovate, a lasciare andare. Con questo principio lasciamo che le cose, le nostre esperienze, le nostre emozioni e sensazioni, siano
esattamente così come sono, così come le stiamo osservando in questo preciso momento. Ciò che accade è che, accettandole in quanto esperienze del momento presente, lasciamo andare tutto con più facilità ed un maggior senso di leggerezza. Per chiunque fosse interessato a saperne di più, vi invitiamo a contattare il 3338583730

In alto