Cronaca

Resi, minacce di morte al curatore fallimentare, la Polizia di Stato arresta un commerciante

L’uomo, i cui beni sono finiti in un’asta fallimentare, ha minacciato l’incaricato della vendita inviandogli una lettera minatoria e un fazzoletto intriso di sangue.
I poliziotti della Digos hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare della custodia agli arresti domiciliari emessa dal Gip presso il Tribunale di Caltanissetta nei confronti di un commerciante di Riesi, indagato per il reato di violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Nel corso delle indagini svolte dalla Digos e coordinate dalla locale Procura della Repubblica è emerso che l’uomo è l’autore di una lettera di minacce, che includeva un fazzoletto intriso di sangue, spedita al pubblico ufficiale incaricato della vendita all’asta dei beni sequestrategli. Le minacce non hanno sortito l’effetto sperato e il curatore fallimentare ha denunciato il grave episodio alla Digos.

In alto