News

San Cataldo: Il 9 maggio il ricordo del 278° anniversario della consacrazione della Chiesa Madre

Il tempio maggiore dei sancataldesi, martedì 9 maggio compirà 278 anni della sua consacrazione ad opera del Vescovo di Catania Pietro Galletti, fratello del principe fondatore della cittadina del nisseno. Per i sancataldesi la Chiesa Madre è la culla della propria storia e della propria fede, nonché segno dell’identità della comunità sancataldese che vi si raduna nei momenti più importanti e corali. Alle ore 18.00 l’Arciprete della Città, don Biagio Biancheri, presiederà una solenne Celebrazione Eucaristica, con l’accensione delle dodici candele poste nei dodici pilastri della Chiesa Madre dove sono le dodici croci (o pietre di consacrazione) le quali 278 anni furono unte con l’olio crismale per esprimere la consacrazione del tempio a Dio. Nella celebrazione sarà cantato l’inno del “Te Deum” di ringraziamento. Nella stessa giornata del 9 maggio, presso l’auditorium della Banca Toniolo, sarà presentato un libro sulla Chiesa Madre dal titolo “La Chiesa Madre di San Cataldo tra architettura e conservazione”. Ed è iniziato anche il triduo in preparazione alla festa patronale di San Cataldo, che il 10 maggio vedrà il suo culmine con la Santa Messa solenne cittadina alle ore 18.00, presieduta da Mons. Liborio Campione, concelebrata dall’Arciprete e dai presbiteri della Città a cui farà seguito la processione di San Cataldo. E intanto è possibile visitare anche una mostra fotografica allestita nella chiesa del “Ratò” sulla devozione dei sancataldesi verso il Patrono.

In alto