Elezioni Regionali 2017

Sconfessione Lista dei Sindaci: il totale fallimento delle ambizioni a sostegno di Micari

E’ prematura parlare di un fronte dei sindaci, ma non v’è dubbio che trovandoci in prima linea, noi sindaci siamo tutti dalla stessa parte…”

Lillo Firetto, sindaco di Agrigento, un primato di consensi come sindaco di Porto Empedocle, è uno dei ventuno sindaci , insieme al Sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo, che hanno firmato un documento con il quale hanno fatto sapere che le liste proposte a rimorchio della candidatura di centrosinistra non rappresentano il territorio.

E’ una sconfessione delle liste, così come sono state proposte, e promosse da Leoluca Orlando, che le ha evocate e annunciate.

“La questione non è tanto politica. Noi sindaci siamo in prima linea e abbiamo bisogno di interlocutori affidabili a Palazzo dei Normanni. Non vogliamo passare come quelli che hanno mandato le loro truppe cammellate nel Parlamento regionale, mentre non c’entriamo niente…”

Non è rinato il partito dei sindaci, dunque?

“I sindaci non saranno mai un partito, rappresentano la responsabilità, il governo locale, un pezzo di Stato. E se poi dovessimo stare tutti dalla stessa parte, non saremmo che la rappresentanza del territorio…Certo è che siamo in prima linea, siamo l’emergenza, la dead line…”

To Top