Eventi

Si è svolta in questi giorni l’Assemblea Regionale dei Maestri del Lavoro della Sicilia, per il rinnovo delle cariche per il triennio 2016/2018.

All’Assemblea hanno fatto parte tutti i Consoli ed i Consiglieri Provinciali della Sicilia in carica, i quali sono gli aventi diritto ad eleggere il Console Regionale dei Maestri del Lavoro d’Italia. Il Consolato di Caltanissetta era rappresentato dal Direttivo al completo: M.d.L. Francesco Cagnina di San Cataldo, Aldo Vizzini, Luciano Rando, Costantino Ferrazza, e Giuseppe Turco di Caltanissetta. Questa’anno per la prima volta, questa importante elezione si svolge nel centro Sicilia, avendo l’onore di averla a San Cataldo.

Dopo i saluti di rito del Console Aldo Vizzini, a nome del Consolato Provinciale di Caltanissetta, che ha ospitato l’incontro, il Console Regionale dott. Vincenzo Farina ha fatto una dettagliata relazione delle attività svolte dal consolato in questi 3 anni in cui è stato in carica.

Al termine di una ampia relazione, ripercorrendo tutte la varie tappe che il consolato ha svolto in Sicilia, con diversi interventi di Consiglieri dei Maestri del Lavoro, la commissione elettorale ha proceduto alle elezioni per il rinnovo di tutte le cariche previste: il nuovo Console Regionale ed i nuovi Revisori dei Conti, per il triennio 2016/2018.

Allo sfoglio delle relative schede elettorali, è stato riconfermato il console uscente dott. Vincenzo Farina.

Mentre Revisori dei Conti, sono risultati eletti i Maestri del Lavoro: dott. Ranieri Domenico, dott. Nassisi Angelo, e Pagano Giuseppe.

Al termine, chiuse le operazioni di voto e redatto il relativo verbale da parte della Commissione elettorale regionale, il Console Vincenzo Farina, ha ringraziato tutti i presenti per la fiducia accordata.

Prossimo appuntamento di grandissima rilevanza, così come ampiamente spiegato dal Console di Agrigento Franco Messina, sarà il Convegno Nazionale dei Maestri del Lavoro d’Italia, che si terrà nella Città dei Tempi il 5-6-7-8 Maggio 2016, che porterà in città oltre 700 Maestri del Lavoro che perverranno da tutta Italia.

In alto